“E PUR SI MUOVE”

“E PUR SI MUOVE”

Mercoledì 13 giugno ore 20.30

Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano

La Terra gira veramente intorno al sole?
E se 400 anni di scienza dimostrassero di no?

“Soffermarci sulle basi insegnate all’asilo? E perché mai? Quelle sono state già archiviate come certezze. Da allora la scienza ha fatto grandi passi.
Eppure ci troviamo in un’era dove la comunità scientifica è divisa e confusa, ammettendo di non sapere e mostrando stupore di fronte a fenomeni naturali.
La catena ramificata di teorie su teorie che circondano il modello cosmologico attualmente accettato, sembra non finire mai. Ma possiamo risalire all’inizio, le giustificazioni delle discrepanze primordiali dell’eliocentrismo.
Dovete sapere che la rivoluzione scientifica non è mai finita. Da Copernico fino al giorno d’oggi, c’è un lato della scienza e della geofisica che non ci hanno mai insegnato a scuola, quello che dimostra l’incoerenza fra la realtà e il modello del sistema solare.
Per centinaia di anni scienziati da tutto il mondo hanno chiesto ufficialmente la rivalutazione del modello e delle teorie che lo circondano, dimostrando con misurazioni e osservazioni l’assurdità di quest’ultimo.
In questa serata saranno analizzati I dati sulla rotazione della terra, le osservazioni astronomiche, le misurazioni con gli interferometri e con i vari pendoli.
Saranno messe alla luce le incongruenze della teoria della gravità e della successiva relatività generale, non solo grazie all’affermata esistenza dell’etere e alla natura della luce, ma anche illustrando le contraddizioni che queste teorie suscitano fra di loro.
Ma la natura è sempre coerente con se stessa indipendentemente da noi, quindi…”. Dharma Bernardi

Dharma Bernardi, nota anche come Elafaki, dal 2014 si è interessata di cosmologia, approfondendo il modello tolomatico, tychoniano, eliocentrista, geocentrista piano e cosmocentrista. Nel dicembre del 2016 era una dei relatori al “Dibattito Nazionale sul piano di Esistenza” tenuto a Garda. A febbraio 2018 ha partecipato ad una ricerca sul tragitto della luce nelle distanze, presso il lago Balaton in Ungheria effettuata dall’istituto di ricerca FECORE.