Benvenuti

SALUSBELLATRIX è una associazione senza scopo di lucro che organizza incontri, corsi e conferenze al fine di permettere a tutti, gratuitamente, di accedere a determinati ambiti della conoscenza tenuti nell’ombra. Gli argomenti trattati sono prevalentemente di educazione tesa al raggiungimento della salute psico-fisica dell’individuo.

Aggregatevi a noi

Se conosci puoi scegliere… Il giorno 13 di ogni mese vi aspettiamo per incamminarci verso l’utopia!

CANCRO, la malattia che mi ha GUARITA – Quel giorno che ho danzato nel bosco

Venerdì 13 luglio ore 20.30 Sede Siqut Società Benefit Via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (zona Vittorio Veneto)   “Ho 54 anni, una vita da schifo e ho il cancro. So che un giorno morirò, ma non sarà il cancro ad uccidermi”.   ‘Quel giorno che ho danzato nel bosco’ è  il racconto autobiografico di una donna che, di fronte ad una morte annunciata, decide di guardare negli occhi la sua paura e di andare oltre il dolore e la sofferenza e di ribaltare totalmente lo schema dentro il quale ha vissuto fino a quel momento. E’ un canto alla vita, una danza di gioia, un invito a guardare la propria esistenza da una nuova prospettiva, un incoraggiamento a cambiare il modo di affrontare la malattia, ma anche la vita e sé stessi. A credere che esista un ‘potere di vita’ più forte di qualunque idea, medico o medicina e ad abbandonarsi con fiducia alle infinite possibilità di meraviglia che abitano il nostro corpo.   Ma è anche una profonda riflessione, sulla difficoltà del malato a destreggiarsi tra le sentenze dei luminari e le proposte dei cialtroni, una nota a margine sulla volontaria cecità di medici e medicina (tradizionale o ‘alternativa’), che sembrano rinchiudersi dentro i propri canoni immutabili e non voler tenere conto di un ‘oltre’ colmo di straordinarie possibilità. Incapaci forse di intravedere e accettare una terza strada in grado di bypassare quel codice che imprigiona il nostro cervello e le nostre azioni dentro immutabili certezze. Convintasi che la malattia vada affrontata attraverso il cambiamento non solo dei ‘paradigmi oncologici’ ma anche dell’intero scenario che ha disegnato...

Seminario breve con Manuele Baciarelli – Il CUORE, la PRESSIONE e l’APPARATO CARDIOVASCOLARE

Venerdì 6 luglio ore 20.00 – 23.00 Sede Siqut Società Benefit Via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (zona Vittorio Veneto) La serata avrà come tema principale il CUORE, la PRESSIONE e l’APPARATO CARDIOVASCOLARE. Molti di voi conosceranno l’ Enneagramma, forse avrete letto qualcosa di Gurdjieff e del suo discepolo Ouspensky oppure di Oscar Idhazo. Altri conosceranno le leggi biologiche di Hamer: spiegano come il corpo reagisca alla situazione di crisi nell’immediato e cosa comporta questo nel dopo, durante la fase di ritorno alla normalità. Manuele Baciarelli, studiando entrambi i sistemi, apparentemente dedicati ad ambiti specifici e diversi, ha creato questo sistema di lettura, l’ Enneagramma Biologico® , che correla le 9 tipologie della personalità secondo la visione dell’ Enneagramma al processo biologico chiamato malattia, alla luce delle 5 Leggi Biologiche del dr. R. Geerd Hamer. Questo studio consente, attraverso il riconoscimento della famiglia di appartenenza e del sottotipo (in tutto 27 tipologie caratteriali), di individuare quegli aspetti recidivanti che sono alla base di disagi fisici e comportamentali consentendo così alla persona, attraverso anche l’utilizzo di esercizi pratici, di poter vivere al meglio e in salute. In questi mesi abbiamo creato un percorso tra i sintomi e le personalità che si conclude venerdì, con l’apparato cardiovascolare, il cuore e la pressione. Ci sarà anche un momento per i 25 tra i sintomi più diffusi. Manuele Baciarelli (1956) Si è formato presso l’associazione A.L.B.A. e ha fatto parte del consiglio docenti. È naturopata diplomato presso l’Istituto RIZA di Milano, Master in Enneagramma. Ha partecipato al programma S.A.T. sull’ enneagramma con Claudio Naranjo. Dal 2005 ha codificato e sviluppato l’ Enneagramma Biologico,...

Costellazioni Familiari Sistemiche e Enneagramma Biologico

Sede Siqut Società Benefit Via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (zona Vittorio Veneto)   PROGRAMMA: Venerdì 22 Giugno – Conferenza con Paolo Molino e Manuele Baciarelli “Costellazioni Familiari Sistemiche e Enneagramma Biologico” Sabato 23 e domenica 24 Giugno – Due giornate Esperienziali di “Costellazioni Familiari Sistemiche con Enneagramma Biologico”     Venerdì 22 giugno – CONFERENZA GRATUITA “Costellazioni Familiari Sistemiche e Enneagramma Biologico” con Paolo Molino e Manuele Baciarelli Non solo avi, genitori, compagni e figli, ma anche i sintomi Per approfondire… Durante le costellazioni Familiari sistemiche, entrano in azione nel campo genitori, figli, antenati ecc … e possiamo vedere come questi interagiscano con il soggetto costellato. I rappresentanti aiutano a individuare la direzione per risolvere e chiudere situazioni rimaste sospese. La particolarità delle costellazioni biologiche sistemiche è che il sintomo stesso entra nel campo , dove si renderà visibile il suo interagire con il soggetto o con i membri della sua famiglia, e verrà interpretato anche attraverso l’ Enneagramma Biologico. Manuele Baciarelli affiancherà Paolo Molino nell’ interpretazione del sintomo in base alla personalità dell’ Enneagramma. Dopo il successo della prima edizione sperimentale a Firenze, hanno scelto la nostra sede per questa nuova esperienza. Durante la serata sarà possibile conoscere il costellatore, Paolo Molino, psicologo psicoterapeuta della Gestalt, si occupa di costellazioni familiari e trauma. E’ formato in EMDR gestalt body work, costellazioni Familiari Sistemiche. Ci illustrerà il funzionamento delle costellazioni, le dinamiche che entrano in gioco, le energie che vengono mosse e i risultati che si possono ottenere. Interverrà anche Manuele Baciarelli, per una breve introduzione a quello che sarà il suo ruolo durante l’esperienza.   Sabato 23 e domenica 24 giugno – DUE GIORNATE ESPERIENZIALI “Costellazioni Familiari Sistemiche con Enneagramma...

SALUSBELLATRIX è una associazione senza scopo di lucro che organizza incontri, corsi e conferenze al fine di permettere a tutti, gratuitamente, di accedere a determinati ambiti della conoscenza tenuti nell’ombra. Gli argomenti trattati sono prevalentemente di educazione tesa al raggiungimento della salute psico-fisica dell’individuo.

In questi momenti si da spazio a terapie efficaci, non traumatizzanti per il corpo ma poco conosciute, a volte osteggiate. Alla base di molte scelte in ambito sanitario, la priorità non è più la salute delle persone, bensì l’interesse economico di pochi. Infatti molti metodi di guarigione e prevenzione sono molto meno dispendiosi rispetto alle spese sostenute dal sistema sanitario per curare con la medicina convenzionale. Purtroppo il potere decisionale e informativo è nelle mani della classe dirigente che trae vantaggio dalle spese mediche sostenute dai diversi paesi a livello mondiale, di conseguenza la divulgazione e la ricerca non godono della giusta libertà ma sono coinvolte in questo ingranaggio che ha per unico scopo un ritorno economico.

In questo contesto SALUSBELLATRIX crea degli spazi di incontro e confronto per dare la possibilità alle persone di informarsi e poter poi affrontare scelte importanti con più consapevolezza. Solo il fatto di poter mettere in discussione le proprie certezze, in una prospettiva più ampia, è un passo verso l’evoluzione in una società più cosciente e attiva, critica e interessata.

Spesso i mezzi di comunicazione e informazione distraggono l’opinione pubblica , i dati a volte vengono manipolati o divulgati con un linguaggio talmente criptico da risultare ostico perfino agli addetti ai lavori. Ai più non resta che affidarsi all’autorità della medicina ufficiale confidando negli organi di controllo e tutela, che purtroppo sono inseriti, spesso senza saperlo, e manipolati da questo ingranaggio.

L’utopia si trova all’orizzonte.
Quando mi avvicino di due passi arretra di due passi.
Se avanzo di dieci passi, rapida scivola dieci passi più avanti.
Per quanto innanzi io mi spinga non potrò mai raggiungerla.
Che scopo ha dunque l’utopia?
Quello d’indurci ad avanzare.

Eduardo Galeano

Siamo qui per chi, insieme a noi, voglia iniziare questo cammino verso l’utopia (forse), di una società sana in cui la salute, la dignità e la felicità dell’individuo siano al primo posto. Sono molte le persone che nei più diversi ambiti si sfidano e lavorano in questa direzione. E’ un po’una lotta di Davide contro Golia, ma un proverbio giapponese dice “Uno è la madre di diecimila”. Il nostro obiettivo è, giorno dopo giorno, incontro dopo incontro, aiutare più persone possibili in modo da iniziare un’onda che si possa espandere. Non importa fino a che livello. Ogni singola persona è preziosa e ha il diritto alla salute e alle cure migliori.

Se condividete la nostra opinione, bene! Il giorno 13 di ogni mese vi aspettiamo per incamminarci verso l’utopia!