STEFANO RE – 95 PER NIENTE

STEFANO RE – 95 PER NIENTE

Mercoledì 13 maggio ore 20.30 Per partecipare clicca qui https://us02web.zoom.us/j/89131729587 Attenzione! Se non hai ancora installato Zoom sul device (computer, telefono o tablet) che hai scelto di utilizzare per seguire la conferenza, segui i semplici passi che ti verranno suggeriti dopo aver cliccato sul link. 95 PER NIENTE Tutte le menzogne sulle vaccinazioni  che vi hanno spacciato per “scienza” Sulla questione vaccinale viene diffusa da anni una grande quantità di disinformazione, in parte basata su dicerie, in parte su semplificazioni o banalizzazioni di qualche risultato o studio scientifico, in parte su vere e proprie menzogne spacciate per scienza da personaggi famosi, titolati e spesso dalle stesse autorità scientifiche più elevate. In questo incontro Stefano Re discuterà, dati alla mano, una serie di nozioni comuni, diffuse e ripetute quali “verità scientifiche” che sono, a tutti gli effetti, inesatte, illogiche e del tutto prive di fondamento. Giusto per chiarirsi subito: per discutere questi elementi e per definirli inesatti, illogici e del tutto privi di fondamento non occorre alcuna laurea in medicina! In effetti non occorre alcun titolo di studio per rendersene conto: basta saper leggere e saper usare criteri di logica elementare. Scemenze prive di senso che smonteremo da cima a fondo: “la scienza è a favore dei vaccini” ; “l’obbligo vaccinale serve a proteggere gli immunodepressi” ; “i vaccini salvano milioni di vite” ; “senza i vaccini tornerebbero le terribili malattie” ; “i vaccini sono gratuiti”; “le case farmaceutiche non ci guadagnano affatto”. E, nel farlo, qualche informazione che i media non vi hanno dato: – La medicina non è una scienza – Emergenza, davvero? – Perché il morbillo –...
QUEL QUALCOSA IN PIU’

QUEL QUALCOSA IN PIU’

Venerdì 21 febbraio ore 20.30 Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano QUEL QUALCOSA IN PIU’ PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO con la partecipazione di Davide Basso e Nicole Smith Crescenti contenziosi medico – legali, numerose aggressioni di pazienti e familiari nei confronti del personale medico, eccessiva iper specializzazione che porta a concentrarsi sull’organo e non sul malato in quanto persona, burocratizzazione degli atti medici, condizioni di burn – out dei professionisti clinici, sono solo alcuni dei fotogrammi della situazione attuale presente nell’ambito medico. Il più grave effetto di tutto ciò è il progressivo allontanamento tra chi si ritrova a curare e chi si ritrova a dover essere curato, elemento che va totalmente agli antipodi di quell’”alleanza terapeutica” tanto importante in un processo di cura. QUEL QUALCOSA IN PIU’ è un film documentario che indaga la relazione tra medici e pazienti, o meglio tra persone curanti e persone malate. E’ un progetto che nasce dall’esperienza di Nicole Smith che, dopo essere stata coinvolta in un grave incidente stradale a 26 anni, ha vissuto su un letto d’ospedale per 5 mesi durante i quali ha notato come l’aspetto relazionale e comunicativo, pur essendo un ingrediente fondamentale nel processo terapeutico, purtroppo non viene “curato” come dovrebbe. Una volta guarita ha iniziato a fare ricerca contattando diverse figure esperte che potessero dare il proprio punto di vista sull’argomento e, insieme all’occhio attento e alle competenze cinematografiche del regista Davide Basso, sono riusciti a raccontare le numerose sfumature presenti in questa delicata relazione. Quel qualcosa in più ha il desiderio di essere un documentario che vada ad illuminare...
Evento annullato – Per una Bellezza “Libera e Felice”

Evento annullato – Per una Bellezza “Libera e Felice”

EVENTO ANNULLATO   Domenica 16 febbraio, dalle 14.30 alle 18.00 Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano Il contributo richiesto per il sostegno dell’incontro è di 27 euro. Per una Bellezza “Libera e Felice” “Bisogna togliere la cistifellea” Come reagireste a queste parole? Cosa direste a quei medici? Una ragazza ha detto no. Ha firmato e s’è portata a casa la sua cistifellea malata (oggi non più). E ha deciso di agire. Spesso viene un relatore, noi lo ascoltiamo, prendiamo appunti, applaudiamo, ci pensiamo un po’ e poi ritorniamo alla nostra vita. Con un bagaglio di conoscenze sempre maggiore. Ma a volte con un bagaglio di problemi, situazioni difficili, ostacoli vari, sempre uguale (se non peggio). Ecco. Questo accadeva anche a lei. Fino a quando la malattia non le ha fatto oltrepassare il confine tra la teoria e la vita quotidiana, tra la mente e il cuore, le nozioni e il corpo. E sorpresa! Ha scoperto che agire e vivere per la propria salute, porta a miglioramenti estetici, soprattutto per quanto riguarda la pelle. Sarà con noi domenica 16 febbraio, dalla 14.30 alle 18.00 per darci un assaggio del percorso che desidera proporre qui in associazione. E’aperto a tutti, ma in particolare alle donne. Un percorso di teoria ma di fisicità, con un importante lavoro sull’autostima, spesso punto debole del mondo femminile. A volte la donna lo subisce restando nell’ombra, a volte cerca di sopperire con la vanità dell’ego, lasciando così nell’ombra, spesso, la vera bellezza. Un percorso durante il quale sperimentare le diverse pratiche per prendersi cura della propria pelle, del...
L’ALTRA MONETA – WOMANESIMO E NATURA – DALL’AVERE ALL’ESSERE

L’ALTRA MONETA – WOMANESIMO E NATURA – DALL’AVERE ALL’ESSERE

Giovedì 13 febbraio ore 20.30 Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano All’ingresso sarà richiesto un contributo personale di 10 € per la sostenibilità dell’evento   L’ALTRA MONETA WOMANESIMO E NATURA – DALL’AVERE ALL’ESSERE Dopo il 2008 l’economia mondiale ha affrontato un grande cambiamento a livello finanziario: l’emissione illimitata di moneta a corso legale da parte delle banche centrali per soccorrere gli speculatori di tutto il mondo. Non solo l’economia reale, al contrario, è rimasta praticamente priva di liquidità, ma è in crisi il principale paradigma capitalistico legato al profitto. Come si stanno riorganizzando le imprese produttive? C’è speranza di un futuro? La politica può fare qualcosa? Un mondo al femminile è possibile? In che cosa sta cambiando il rapporto dell’uomo con la natura e come influisce sull’economia? Antonino Galloni è nato a Roma il 17 marzo 1953. Ha svolto attività di studio e ricerca prima e dopo la sua laurea nel 1975 in Italia e all’estero, iniziando la sua attività di docente universitario a Roma, Milano, Modena, Napoli e Cassino. Funzionario di ruolo al Ministero del Bilancio dal 1979, si è dimesso nel 1986 per insanabili contrasti con i Governi sulle politiche economiche e monetarie: durante questo periodo collabora strettamente e continuativamente col professor Federico Caffè. Nel 1989 viene richiamato ai vertici dell’amministrazione – che aveva lasciato tre anni prima – dal Presidente del Consiglio per vedersi affidato l’incarico di contribuire a cambiare l’economia italiana perché le sue previsioni sui conti pubblici, sul Debito e sull’andamento delle imprese si erano rivelate esatte. Dopo meno di due mesi di attività, a seguito...
Le 26 Forze Del Tuo Nome

Le 26 Forze Del Tuo Nome

Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano Per info: Regina 329 271 2823 Gennaro 393 336 1598 Quota di partecipazione 55 €   Attraverso la matematica ermetica capiremo chi siamo … e che funzioni cicliche viviamo. il nostro nome prima di essere vocali o consonanti è …numeri …che diventano simboli perché tutto è numero, è geometria. Il nostro nome è la massima veggenza di nostra madre… a sua insaputa. I nomi influiscono in qualche modo sulla nostra percezione di noi stessi? E come? Ogni suono è una vibrazione, una forma di energia. Il nostro continuo pensare a noi stessi associandoci all’energia del nostro nome, produce degli effetti? Un pomeriggio con Geraldo LaFratta dedicato alla scoperta di sè attraverso le lettere e i numeri. Uno spazio per vedere e comprendere determinate dinamiche energetiche e “materializzarle” poi attraverso i colori e la propria creatività. Ma attenzione…non sarà un percorso svolto sotto l’occhio vigile e giudicante della mente: preparatevi. Sarà la vostra parte più intuitiva, profonda e originaria a guidare mani, pennelli e colori. Come? Venite a scoprirlo, possibilmente con abiti “sporcabili”. Tutto il materiale necessario, tele, pennelli, colori ecc… verrà fornito dal conduttore del workshop. “Questo breve percorso sarà impostato sulle 26 forze che compongono la nostra vita Queste 26 forze sono le nostre vocali e consonanti Il nostro nome ha una Potenza perché è un insieme di forze ATTRAVERSO L”ERMETISMO DEI NUMERI che si trasmuteranno in vocali e consonanti PORTERÒ a vedere; il valore la Potenza ,ed il colore ,di quella vocale o consonante che sta influendo a livello ciclico la vostra esistenza...
IL VIAGGIO DI UNA VITA – Riflessi Primitivi con RMTi

IL VIAGGIO DI UNA VITA – Riflessi Primitivi con RMTi

Lunedì 13 gennaio ore 20.30 Presso sede SIQUT s.b., via Cal della Veia 30, Cappella Maggiore (TV), loc. Anzano IL VIAGGIO DI UNA VITA Riflessi Primitivi con RMTi   Dis-lessia, Dis-grafia, ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività) insomma “dis-qualchecosa” come agire? Con un cambio di paradigma. Rhythmic Movement Training (RMT) è un programma di integrazione riflessa basato su movimenti, che replicano i nostri primi movimenti fetali e neonatali per stabilire, rafforzare o riqualificare le basi della postura, la maturità del sistema nervoso centrale (SNC), la funzione vestibolare, l’elaborazione sensoriale, la memoria, l’apprendimento, le emozioni e il comportamento. Quando si lavora con persone etichettate come affette da Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) o semplicemente Dis-lessia o Dis-grafia, insomma dis-qualchecosa, RMT viene utilizzato per ridurre la sottostante immaturità neurologica, che causa i comportamenti associati alle etichette, quali la iperattività, l’impulsività e la difficoltà nel prestare attenzione. I neonati, che sono ancora in una fase di sviluppo neurologico significativo, mostrano comportamenti simili a quelli etichettati con ADHD: non possono rimanere concentrati per lunghi periodi di tempo, mancano di una sufficiente organizzazione neurologica e posturale, con problemi legati al movimento. E’ accettato che, nei bambini, questo è temporaneo, in quanto sono ancora in via di sviluppo; RMTi ritiene che anche questa immaturità sia parte della causa alla base di ADHD. Proprio come ci si aspetta che un bambino impari a focalizzarsi meglio e a controllare il movimento, può essere possibile, anche per chi ha l’ADHD, imparare a focalizzarsi meglio e a controllare il movimento, migliorando le basi posturali, in modo da sviluppare più connessioni neurologiche e maturità cerebrale....